Dolcezza

romanticavany324908

di Romantica Vany & Giuseppe Iannozzi

E d’improvviso il buio,
nebbia di denso fumo,
e mi guardavi tu
con ciglia dal ciel sfiorate.
Leccandoti le labbra
bramavi me
che divertita ti fuggivo
invitandoti a tener fede
al giocoso mio romanticismo.

Da te sol mi lasciavo sfiorare
per poco più d’un momento
all’orecchio sussurrandoti:
“Vieni, vieni a me vicino!
Raccontami inedite premure;
domani il nuovo giorno
delle nostre vite le rive
in miele e oro confonderà.”

A ogni punto d’intersezione,
a ogni punto di collisione
si baciano le nostre vite
creando nuova nascosta
dolcezza.

Così, or che il buio
ogni cosa in sé avvolge,
domani certo è
che in luce pure l’ombra
che un attimo prima c’era.

Biancore

di Romantica Vany & Giuseppe Iannozzi

Fredde le mie mani di bambina
che ‘l nevoso biancore sfiorano;
in batuffoli di neve vien giù il cielo
nell’aria disegnando fiori di gelo.
Pallido l’intorno, case e chiese
nel bianco tutte uguali; triste
e divertito corre lo sguardo mio
dietro a raffiche di lacrime
cogliendo del vento il raso ululato
sul lago specchio ghiacciato.

Dove prima c’era del cigno il canto
s’erge adesso una torre di ghiaccio
di regal lucentezza che Selene,
con le pallide sue dita, nella notte
accarezza mentre il mondo tace.

Navi imbiancate di fantasia
verso la luna alta veleggiano;
si ripete la storia delle stagioni,
ma il Sole che tanto bramo
presto tornerà a splendere su me
riscaldandomi col suo abbraccio,
questo io so.

Fiocchi di neve

Fiocchi di neve roteano delicatamente verso il basso
nella foschia blu profonda al di là della finestra
- buon weekend -

Questa mattina


Sentire il freddo del mattino, sotto un cielo grigio velato, respirare l’umidità dell’aria, ammirare le foglie della magnolia del mio giardino che appaiono lucide, il ticchettio della pioggia, il vociare dei miei nipotini mentre li accompagno alla vicina scuola, Alcol che abbaia; una finestra spalancata che lascia entrare il vento e le goccioline d’acqua, il profumo del pane e delle brioches che dal forno sotto i portici  arriva alle mie narici;  la mia mente pensa, che tutto ciò è poesia tutto ciò è medicina dell’anima.
Certo, sono solo stimoli chimici che dagli occhi arrivano da qualche parte nella testa e al cuore.
Eppure in tutto questo c’è la sensazione della bellezza della natura.

♪♫♪♫♪♫♪


Perfect Winter

Passerotto

Su questi colori, grigi mattine e pomeriggi quando l’inverno domina su tutto, è un tale piacere scorgere un lampo familiare di colore rosso, alto tra gli alberi nudi!

Un Cardinale. Imperterrito dal freddo, piomba planando come una fiammella.
Mia madre ama guardare gli uccellini in giardino e così mio padre ha comprato una mangiatoia e l’ha riempita di semi così passerotti e cardinali, vengono a nutrirsi.
Adoro il rapporto con la natura nell’attesa della Primavera ricca e colorata.

Happy Weekend

Happy Valentine!

Ci sono giorni in cui è meglio sognare di vivere che vivere..
ci sono giorni in cui è meglio vivere per vivere, che per sognare..
io sono così, sempre in bilico, tra sogno e realtà.

Il fiore di Febbraio è la Violetta, che appartiene  a coloro che sono nati nel mese di Febbraio
Tutti possiamo festeggiare questo fiore deliziosamente delicato
con le molte tonalità di malva, blu e viola in cui appare.
Le foglie sono a forma di cuore lussureggianti i fiori profumati e piccoli quasi nascosti dall’erba,
Febbraio, mese dell’amore, essendo domani  San Valentino.


La gente nasconde l’amore come una violetta
troppo preziosa per essere colta.

Happy Valentine

Febbraio


- le belle sere di Febbraio -

Il nulla

La sera mi domando delle tante persone che incontro in una giornata, con cui parlo per i quotidiani motivi, cercando di non essere banale, scavando un poco, quante di esse mi guardano negli occhi.
Gli occhiali scuri, da indossare anche al buio, nascondono la maggior parte della gente, a qualsiasi ora e nei posti più disparati; sono il muro di Berlino dei più.
Uno sguardo che fissa il vuoto, o qualsiasi punto lontano, o il cielo a difesa dagli altri.
Diventano sempre più oggetti sconosciuti, meteore, uomini e donne che passano come panorami, caselli autostradali, e non lasciano nulla di sé. Il nulla è dominante negli argomenti. Manca il verticale, la scala che scende dentro.
Rotti i pioli. Luoghi dell’anima a compartimenti stagni. Affezioni da solitudine senza anestesia.
Capita, a volte, che spiri il vento da un’isola di verità in un mare di fastidioso e caotico nulla.
Allora, se l’intimità esiste, è lì che si sveglia insieme al cercarsi e cercarti di chi non ha occhi da nascondere, e nel suo circolare ritorno a se stesso, in un istante di silenzio, ti sussurra com’è bella la vita!

Page 8 of 30« First...«678910»2030...Last »