Spogliami

romanticavany29834 Caldo candido liscio velluto
il mio corpo sul tuo;
succose morettine le mie tettine
sotto la tortura delle tue carezze.

Il gelo dell’anima tua
con passione disgelare
e nel natale mio più intimo
condurti per mano.

Fragole selvatiche le mie labbra
solo hai da morderle e succhiarle,
frutto proibito in tuo possesso.
Non vuoi forse
la bella golosa fanciullina che sono?
Nel verno costretta
pronta a esser strappata
dalla tua bacchetta magica
di mago improvvisato,
ancor esiti? Avanti, spogliami!

Diamo presto inizio
a baci e bacetti
a frane di cuscini
  a terremoti di lenzuola,
  e a tanghi e charleston…
Nel sesso incontriamoci ora
rubando quattro tempi al tempo.

di Romantica Vany & King Lear

Con la brum brum

romanticavany8239Accanto a te seduta
guidi veloce, troppo veloce,
forse per sentir il fremito
della mia paura piccina?

M’accarezza la velocità le ginocchia,
scompiglia in una nuvola i capelli il vento
che delicato quasi mi sfiora il viso
obbligandomi però a chiuder gl’occhi
mentre le dita mi scivolano
lungo la tua mano
sulle marce ben ferma.

“Più adagio”, ti sussurro.
“Più piano”, per l’amor di Dio.
Non ascolti, sorridi, bastardo!
Il diavolo t’ha preso la mano.

E a me la testa mi sbanda.
Non capisco bene
che mi sta accadendo:
il corpo in orgasmo freme,
il respiro par s’arresti in petto
e subito un gemito.
Calde le lacrime scendono piano
lungo il viso e gl’angoli della bocca fecondano
sciogliendo il trucco,
la felicità sulle mie poche lentiggini.

E le stelle ci stanno a guardare
in questa fuga solitaria
dirottata verso paure e piaceri
dei nostri sconosciuti cuori.

Di nulla abbiam bisogno,
soli io e te.

questa notte

romanticavany123789E non vedo l'ora che sia questa notte
per guardare dalle piccole fessure della mia camera
quella chiara luce che la notte mi regala
così semplice, così magica
e finalmente posso pensarti,
l'unico modo che ho di stare con te,
una volta al giorno, e pensare
che mi ami e che mi starai accanto
fino a quando io, chiudendo gli occhi
non diventerò figlia delle tenebre.

Dal Paradiso

romanticavany1732Rubai dalle tue labbra
il nettare d'un bacio;
e tu subito bruciasti la mia guancia
con uno schiaffo di vera forza
Con occhi dolenti e voce soffocata
spiegasti alla mia ignoranza
che dovevo imparare ad amare
il dolore di Gesù prima di rubare
dal Paradiso di Dio

Non ho imparato ancora niente,
ma adoro ogni rimprovero
che il silenzio mi reca
immaginandoti con la faccia vergine
adagiata sul freddo vetro
della tua finestra cieca sù di me

Di Giuseppe Iannozzi

Happy Valentine!

romanticavany32897Alzo gli occhi al cielo,
il tuo volto?
no, solo una nuvola!
Assaporo un dolce profumo,
il tuo?
no, solo un fiore!
Ascolto un piccolo suono,
la tua voce?
no, solo il vento!
Perché ogni cosa mi ricorda di te?
Perché ti voglio bene.

 

Non so dirti cose belle

Non so dirti belle cose
quando scrivi di nera.
La tua penna odora di malinconia,
tu svampi le pene
nelle notti di vento,
angosciando spavento:
sai essere più nero dei
pensieri neri, persino la civetta
beve birra e un poco brilla
sospira l’alba.

Non so dirti belle cose.
Sai scrivere di bianco
come quelle belle
sere d’estate quando al calore
le rane gracidano
e cantano amore, e le alture, i campi
i massi bruciati vengono
a dirtelo, magicamente vengono
a dirtelo dalla finestra.

No, non so dirti belle cose.
Ma è tanto facile
lasciarsi catturare
dai suoni e dalle distese
delle tue tante parole.

di Romantica Vany

Senza di te

romanticavany287913di Giuseppe Iannozzi

Senza di te
c’è sempre pioggia
dovunque vada

Le colombe
non vanno ai matrimoni
e le campane
non suonano a festa
E nella mia testa
c’è una gran confusione

Scendo giù in strada
e i bambini giocano felici
pestando i piedi
nelle pozzanghere d’acqua;
garrule le loro risa
corrono in lungo
e in largo sovrastando
delle madri i rimproveri
Ma per me c’è soltanto
pioggia nera che mi bagna,
e un diavolaccio col forcone
che a ogni semaforo
mi spinge sotto le auto

Senza di te
c’è sempre il buio
Che aspetti
a salvarmi da me?

uomo a mascella quadrata

romanticavany892713A te che il dna poetico.
A te che
con ingranaggi e dentature
avvinghiato
a forza
a malincuore
da legami e giunture,
a te legata mi trovi.
Le tue metamorfosi
torte e ritorte
da rime, da canti che
frullano in queste pagine
verso il futuro.
Tu uomo di mascella quadrata
luce e barbaglio
rovente e ardente
fiamma senza
contorno,
l’alma mi divori.

di Romantica Vany

Quanto bene

Quanto bene
quanto bene non lo sai
Tu sai solamente
che ti voglio tanto tanto bene
Ma quanto non lo sai

Mi abbracci forte forte
Fra le tue braccia cerchi
di contenere la mia stazza
Io solamente ti bacio,
così finalmente lo sai
che non c'è una taglia
al mio amore per te

di Giuseppe Iannozzi

piccolo bucaneve

romanticavany98232321 Par primavera, questo fiore d’inverno
che alle guance s’accarezza.
Un tappeto di fiori questa vita mia.
Infinito cielo la musica che ho dentro;
mai può farsi silenzio
un cuore che batte, che batte
d’un battito irregolare
che nulla ha dell’andare e venire delle stagioni,
del tempo che fugge.
Eterno giardino,
il viverti accanto sarà così.
Io, piccolo bucaneve,
il tuo fiore.

bucaneve ~ è un fiore che ha bisogno di un po' di calore, acqua, ed ecco che dal bulbo, sboccia.
Perche Io e questo fiore ci assomigliamo? Di me stessa ho capito che vado a periodi:
dei lunghi inverni a cui seguono delle brevi ma intense primavere.
Non ci vuole molto, solo un po di calore  ed ecco una magnifica primavera piena di fiori .
Poi passa l'estate, i fiori muoiono. Muore lo stelo. Ma resta il bulbo!
Un nocciolo duro che resiste a tutte le intemperie, e che "buca" il freddo della neve invernale…

di Romantica Vany

Page 27 of 30« First...1020«2526272829»...Last »