I Gabbiani

romanticavany-seagulls

L’artista ha scelto una tavolozza di colori limitata oggi; solo piccole gradazioni fra cielo, mare e sabbia. Le onde vanno e vengono come sospiri. Tre grandi gabbiani scivolano sull’acqua, le ali distese quasi dritte, eleganti piume d’argento. Come cavalli a dondolo grigi, un tracciato parallelo alla riva.

L’orizzonte svanisce, sposato finalmente al mare e tutto ciò che rimane è il vento ed il suono morbido della pioggia.
La mia mente rimane sigillata come i miei pensieri.
Un brivido, mi avvolgo lo scialle intorno alle spalle e chiudo gli occhi.

Non so dove i gabbiani abbiano il nido, ove trovino pace.
Io son come loro, in perpetuo volo.
La vita la sfioro com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo.

5 Commenti riguardo “I Gabbiani”

  1. Iannozzi Giuseppe maggio 3, 2014 at 17:23 #

    Non vorrei stemperare il tuo entusiasmo, Agnellina, ma lo sai o no che è un libro bukowskiano?
    Già. Non è un romanzo dolce, anche se sì, ci sono due capitoli dolci, perché erano necessari.
    E’ un romanzo crudo, dove si parla di emarginati, di situazioni che non attirano tanto il tuo animo.
    Ma è anche un romanzo vero, perché credo faccia crescere, disponendoci a stare attenti alla falsità, alla tanta ipocrisia che purtroppo circola in questa nostra società.

    Ecco, detto questo, a fine lettura scoprirai che l’amore c’è, esiste, ed è esso il perno, l’asse, il centro per cui il mondo, la vita ancora c’è e va avanti. E troverai una immagine così, di un Bukowski felice e innamorato di sua moglie, come in foto.

    buk.jpg?w=300

    Per questo, a mio avviso, val la pena di leggerlo.
    Leggilo, sì, a piccole dosi, così come fai per tutte le cose che scrivo.

    Quanto quanto quanto mi mancavano i tuoi bacetti, le tue lekkatine, i tuoi abbracci, mia Unika Agnellina Vany. ♥♥♥

    agnellino-del-paradiso.gif

    Bacetti e ancora bacetti, lekkatine e ancora lekkatine, abbracci e carezzine… era da tanto tempo che non ci concedevamo un po’ di sana dolcezza per cui abbondo all’infinito.

    orsetto di VaNY ♥♥♥

  2. Iannozzi Giuseppe maggio 3, 2014 at 17:33 #

    Sempre tenerissima, la mia gabbianella Vany.

    E’ vero, la tua mente ma anche il tuo cuoricino sono sigillati. Talvolta non capisco, scompari, poi riappari. Sei come una bianca gabbianella: non è possibile farti prigioniera, neanche dell’affetto. Sei libera nonostante tu ti copra le spalle con lo scialle. Lo scialle non nasconde appieno le tue ali, la tua voglia di libertà. Ma quando ci sei porti amore, proprio come i gabbiani che sfiorano il pelo dell’acqua per un pesciolino. O magari per salvare un cagnolino o un gattino. ;-)

    Ma segui il consiglio se lo senti tuo: riposa le tue ali, riposa accanto a chi ti vuol bene.


    The video cannot be shown at the moment. Please try again later.

    Tanti bacetti, tanti tanti, e lekkatine tante tantissime e bacetti e lekkatine ancora a costo di sembrare sciropposo ♥♥♥

    orsetto di VaNY

  3. pannacioccolata maggio 3, 2014 at 19:27 #

    Vero Vany , il nostro cuore è come un gabbiano, libero e appassionato , che ha una terra dove riposare e un cielo dove librarsi…un abbraccio gabbianella !

  4. Paola maggio 4, 2014 at 17:21 #

    A me i gabbiani piacciono molto, forse perchè qui non li vedo mai. Qualcuno però dice che sono cattivi e attaccano anche le persone.
    Paola

  5. Iannozzi Giuseppe maggio 5, 2014 at 17:11 #

    Dolce serata, Agnellina tenerina ♥♥♥

    1gk715.jpg

    Bacetti e lekkatine

    orsetto di VaNY

Lascia un Commento:

Gravatar Image

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Puoi aggiungere un'immagine al tuo commento cliccando qui.