Capodanno

Ci sono libri, ci sono dei testi, a noi famigliari, che abbiamo imparato a gradire sui banchi di scuola.
Poi il tempo passa, le loro parole rimangono in soffitta però in questi periodi riemergono .
E così mi sono ricordata la Filastrocca di Gianni Rodari, che so a memoria imparata sui banchi di quarta elementare.
E pensandola oggi ne ho assaporato i significati più profondi.
La trascrivo per condividerla con Voi:

Filastrocca di Capodanno:
fammi gli auguri per tutto l’anno.
Voglio un gennaio con il sole d’aprile
un luglio fresco, un marzo gentile.
Voglio un giorno senza sera
voglio un mare senza bufera;
voglio un pane sempre fresco
sul cipresso il sole di pesco.
Che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte alle fontane.
Se voglio troppo non darmi niente
dammi una faccia allegra solamente.

E’ Bellissima  convenite? :)

Un Commento riguardo “Capodanno”

  1. Paola gennaio 5, 2013 at 21:01 #

    Sì, è molto bella: la conosco. Auguri!
    Paola

Lascia un Commento:

Gravatar Image

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Puoi aggiungere un'immagine al tuo commento cliccando qui.